Sostenibilità e produzione documentale: un connubio realizzabile

Come in tutti gli ambiti della vita privata e professionale, anche nel mondo della stampa si pone il problema della sostenibilità ambientale della produzione e dell’uso.

Il concetto di sostenibilità si basa sulla coesistenza delle necessità di business e della qualità della vita.

Sono spesso, purtroppo, semplici slogan inseriti nelle Visione e Mission delle aziende, senza un reale piano di attività.

Ma creare veri programmi di Sostenibilità oggi è diventato un imperativo. Lo ricordano le ricerche scientifiche ed i trattati internazionali.

Ma cosa vuol dire “approccio ambientale” nel mondo della stampa?

Innanzitutto occorre distinguere tutte le aree di possibile intervento, che non riguardano solo il “prodotto”, ma anche i processi.

Il Green Management include quindi l’utilizzo di fonti energetiche e materiali rinnovabili, in perfetta simbiosi con i precetti dell’Economia Circolare.

La ricerca tecnologica ha fatto registrare significativi passi, spesso solo a livello produttivo, di fabbrica, molto meno a livello di utilizzo finale dei dispositivi e, quindi, di coinvolgimento di tutte le aziende clienti.

Nel tempo, infatti, i consumi energetici delle macchine si sono ridotti, la carta riciclata si è diffusa, con considerevoli risparmi in ambito di energia e acqua, e le funzionalità innovative delle nuove stampanti permettono di ridurre sensibilmente la produzione di documenti cartacei. Anche la diffusione dei Sistemi di Archiviazione Elettronica ha fornito un discreto contributo, si spera migliorabile nel futuro.

A volte queste innovazioni sono state dettate dalle normative che, comunque, richiedono una ferrea volontà delle aziende nel salvaguardare l’ambiente in cui viviamo.

Nell’esperienza di Toshiba, la Sostenibilità ha sempre avuto un ruolo centrale, tanto da calarsi nella stessa modalità di proporsi al mercato.

Toshiba, ad esempio, ha lanciato l’unica serie di stampanti multifunzione in grado di produrre documenti in nero classico o in blu cancellabile, con il conseguente recupero della carta. Attraverso l’analisi dei processi amministrativi nelle aziende, è stato possibile registrare un elevato impatto di tutti i documenti con vita utile breve. Parliamo di bozze, documenti di lavorazione, picking list di magazzino. Le stesse eMail stampate. Tutta carta che nel giro di ore o giorni viene cestinata, causando spreco e consumo di risorse ambientali.

I prodotti “Ibridi” di Toshiba sono in grado di cancellare il toner blu in base ad un processo termico, non chimico, senza residui inquinanti e senza necessità di carta particolare. Lo stesso foglio è riutilizzabile molte volte.

In questo modo anche le aziende, pur non facendo parte della catena produttiva, possono concretamente risparmiare, sia in termini finanziari che ambientali.

Questa grande innovazione si affianca poi ad altre iniziative volte al finanziamento di attività “verdi” certificate, come, ad esempio, la compensazione delle emissioni inquinanti derivanti dalla produzione delle apparecchiature e dal loro utilizzo. Certificati rilasciati direttamente ai clienti finali.

Il percorso della Sostenibilità, però, è ancora lungo, ma piccoli passi di cambiamento rappresentano importanti tasselli del domani, che passano dal cambio di mentalità e approccio di tutti noi. Una svolta nella vita e non semplici dichiarazioni di intenti.

Per approfondimenti scrivici