La Consulenza nel Printing e... non solo

L’Industry del printing d’ufficio si è evoluta nel tempo, raggiungendo una importante maturità d’offerta di prodotti. Le grandi rivoluzioni del passato, dall’analogico al digitale, dalla stampante alla multifunzione, dal bianco e nero al colore, hanno fortemente inciso sulle caratteristiche fisiche del prodotto, sulla meccanica e l’elettronica, ma se diamo uno sguardo all’offerta degli ultimi anni, i vendor stanno sempre più sottolineando le proprietà IT delle apparecchiature.

Le applicazioni software e le interfacce di integrazione con gli ambienti informatici delle aziende, sono diventate le priorità di sviluppo.

Anche gli interlocutori sono cambiati nel tempo. I vendor del passato si relazionavano con gli Uffici acquisti ma, negli anni, al procurement si è affiancato il Responsabile IT / CED, diventando le macchine di stampa parte integrante delle infrastrutture.

La direttrice di sviluppo applicativo continuerà nel tempo, affiancandosi a nuovi approcci commerciali più simili ai prodotti informatici e, quindi, alla consulenza.

La consulenza in ambito di ottimizzazione delle periferiche di stampa d’ufficio si è ormai diffusa nel mercato e richiesta nei bandi di gara. Una consulenza che ha l’obiettivo di “fotografare” la situazione esistente e le esigenze aziendali, per proporre dei progetti di ottimizzazione del parco macchine, garantendo un risparmio.

Tutto questo ha dato vita a formule, ormai universalmente riconosciute, di MDS e MPS, ossia progetti e contratti di servizi di stampa presso le aziende, spesso valorizzati a livello di prezzi pagina.

Fin qui la storia conosciuta, ma un altro percorso di sviluppo sta compiendo i primi passi: l’integrazione graduale di tutti i settori del printing, a partire dalle periferiche di stampa termica, anche note come stampanti barcode.

Questa Industry ha percorso proprie linee di sviluppo, in alcuni casi anche assimilabili alla componente Ufficio. Ora siamo ad un punto di svolta. Anche se in ritardo, l’approccio della stampa Industriale sta mutuando le logiche consulenziali tipiche dell’MDS (Managed Document Services) e, per la prima volta negli ultimi due anni, alcuni vendor propongono analisi di ottimizzazione e di risparmio su parchi barcode.

Toshiba è tra i pionieri di questo approccio alle barcode printer, portando avanti un discorso integrato tra i due mondi: Ufficio e Produzione.

L’approccio consulenziale MDS di Toshiba viene, quindi, proposto in tre modalità differenti: MDS Office, MDS Barcode e MDS integrato su entrambe le tecnologia, offrendo al cliente un’analisi di ottimizzazione congiunta di tutto il printing.

I vendor, in grado di trattare più ambiti tecnologici, amplieranno, nel futuro, l’offerta e la contrattualistica MDS ad altri dispositivi, servizi e applicativi, come, ad esempio, la stampa 3D.

Per approfondimenti scrivici